Tra i paesaggi brianzoli

Posta nel pieno centro della Regione italiana dei Laghi, la Brianza è costituita da un varietà di paesaggi collinari e pianeggianti, costellati da numerosi corsi e specchi d’acqua. In questo contesto sorge tra piccoli e grandi paesi la città di Verano, la cui storia economica ha seguito le vicende e i caratteri della più ampia storia Brianzola.

Dalle antiche origini romane, attestate dai ritrovamenti di tombe gallo-romane e dalle varianti del toponimo, (Veri, Verius, Verianus, Veiranus) Verano Brianza grazie alla presenza di corsi d’acqua e alla ricchezza della sua terra ha avuto un’impronta agricola e manifatturiera. Floride colture di cereali e viti hanno accompagnato dal 1700 lo sviluppo di bachicoltura e gelsibachicoltura, elementi chiave per il successo nell’esportazione di seta lavorata. I mulini che costeggiano il fiume Lambro hanno permesso il passaggio da una società agricola a una produzione industriale: filande, tessiture, manifatture e tintorie hanno dato il via alla lavorazione della lana con tutti i suoi processi. Le tradizioni culturali rimangono vive nella memoria dei cittadini grazie e manifestazioni che rievocano ad esempio “il Rogo della Giubiana”, il Carnevale o semplicemente i mestieri “di una volta”.

Verano Brianza è famosa, più recentemente, per essere il paese natale dell’astronauta Paolo Nespoli che nel 2007 è partito con lo Space Shuttle Discovery verso la ISS (International Space Station).